Triplice fischio
NEWS

Roma, poker al Pescara per blindare il secondo posto

I giallorossi vincono facile e rimangono a +4 sul Napoli, il Pescara soccombe sotto i gol di Strootman, Nainggolan e Salah e retrocedono in B
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
758
7:00
191616
I giallorossi partono forte a già al secondo minuto vanno in gol con Salah, rete però annullata per fuorigioco dall’arbitro: l’offside non rilevato dal guardalinee c’è ma è millimetrico. Le occasioni per la Roma fioccano, ma il Pescara resiste anche grazie ad un po' di fortuna. La squadra di Zeman, con l’ovvia difesa molto alta, si espone alla velocità di Salah ed El Shaarawy che però non riesco a pungere, così come Dzeko e Strootman che sprecano le loro occasioni, mentre solo il palo dice no ad un gran tiro di Nainggolan. Il primo tempo sembra avviarsi a concludere a reti inviolate, ma proprio negli ultimi due minuti della prima frazione di gioco, prima Strootman e poi Nainggolan portano la Roma in doppio vantaggio. Il primo gol parte da un gran lancio di Paredes che fa involare El Shaarawy verso la porta avversaria, il faraone regala un assist perfetto all’accorrente Strootman che davanti alla porta non sbaglia; il secondo vede Dzeko assistman per Nainggolan: il belga dopo due pali consecutivi questa volta centra la porta con un tiro preciso all’angolino.

La ripresa si apre con un gran tiro a giro di Salah che sigla la rete del 3-0, dopo poco l’egiziano regala un bell’assist a Dzeko che avrebbe una gran voglia di segnare per allungare sulla classifica cannonieri, ma il bosniaco non riesce a centrare la porta; ci pensa allora ancora Salah a mettere a segno la sua personale doppietta raccogliendo un assist molto altruistico di El Shaarawy e battendo Fiorillo per il poker giallorosso. Gli uomini di Spalletti si rilassano e rischiano di subire il gol di Coulibaly che però spreca. A venti minuti dalla fine Spalletti sceglie di togliere dal campo Dzeko per farlo riposare in vista del derby, il bosniaco non prende bene la scelta del tecnico di Certaldo e lascia il campo visibilmente contrariato dirigendosi direttamente negli spogliatoi. La tensione del match scende e il Pescara trova il gol della bandiera con Benali, inutile per la sua squadra che retrocede in Serie B, ma storico, in quanto risulta essere il 48° gol realizzato in una giornata di Serie A, mai si erano segnato tanti gol prima.

La Roma vince una partita fondamentale e rimane a +4 sul Napoli; in vista dei prossimi difficili scontri sembra essere un buon bottino per riuscire a conquistare il secondo posto.


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata