L'argomento
CALCIOMERCATO

Roma, le chiacchiere stanno a zero

I dirigenti ora devono mettere a disposizione del nuovo allenatore una rosa adeguata per affrontare tre competizioni al meglio. Se così sarà, i tifosi non saranno sfiduciati, ma i primi a fare i complimenti alla società. (di Giacomo Cangi)
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
3407
7:00
655
Il Presidente della Roma James Pallotta, in un'intervista al Tempo, ha detto fra le altre cose: «Non capisco perché i tifosi siano così sfiduciati». Di motivi però, ce ne sono diversi, e non solo perché la squadra non alza un trofeo al cielo dal lontano 24 maggio 2008.

Non più tardi del 14 giugno il direttore sportivo Monchi disse: «Su Rudiger non ci sono trattative aperte anzi ci sono zero possibilità che Rudiger andrà via. La Roma non è un supermercato, ma una squadra che deve giocare il campionato italiano al massimo livello e competere in Europa». Rudiger ancora non è stato ufficialmente venduto, ma ormai sembra essere prossimo a lasciare Trigoria. E dopo le cessioni di Salah, Paredes e probabilmente Rudiger, appare difficile immaginare la Roma diversa dal supermercato di cui parlava Monchi pochi giorni fa.

Non è stata la prima volta che una dichiarazione di un dirigente della Roma ha creato nei tifosi aspettative che poi non hanno trovato riscontro nella realtà. L'8 gennaio 2017 il dg della Roma Mauro Baldissoni diceva di Spalletti: «Non c'è alcun problema con lui e lui non ne ha con noi». Tutti sanno dove si trova adesso l'allenatore toscano.

Il 9 maggio 2016 i giornali riportarono la seguente dichiarazione di Pallotta: «Pjanic e Nainggolan ho già detto che non li venderemo, li voglio vedere ancora con la maglia della Roma». Pochi giorni prima, il 7 aprile 2016, lo stesso Pallotta disse: «Pjanic? Si parla tanto di lui, che vorrebbe andare via, che io avrei dato il mio ok. È falso, anzi la mia decisone è che Miralem resti. Sono davvero stanco di queste voci. In passato abbiamo sbagliato a fare troppi cambiamenti nella rosa ma in questo momento sono pochi i correttivi da mettere in atto». Nella sessione successiva di mercato Pjanic diventò un giocatore della Juventus.

Se si torna più indietro nel tempo, al 29 novembre 2015, probabilmente in molti ricorderanno le parole dell'ex ds Walter Sabatini che disse: «Garcia rimarrà alla Roma perché merita la Roma». Il 13 gennaio del 2016 Rudi Garcia venne esonerato. Lo stesso Sabatini il 31 maggio 2014 disse a proposito del procuratore del difensore Medhi Benatia: «Ha fissato il prezzo a 30 milioni? Bene, per me è il prezzo del piede sbagliato di Benatia, il sinistro. Quindi per tutto Benatia ci vuole il doppio più uno, quindi 61 milioni. Altrimenti non si muove». Il 27 agosto 2014 la Roma ufficializzò la cessione di Benatia «a fronte di un corrispettivo fisso di € 26 milioni, e variabile, fino ad un massimo di € 4 milioni, per bonus legati al raggiungimento da parte del club tedesco e del calciatore di determinati obiettivi sportivi».

Le chiacchiere stanno a zero. I dirigenti ora devono solo mettere a disposizione del nuovo allenatore una rosa adeguata per affrontare tre competizioni al meglio. Se così sarà, i tifosi non saranno sfiduciati, ma i primi a fare i complimenti alla società.

Giacomo Cangi


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata