L'argomento
APPROFONDIMENTI

Point of view: Cosa succede alla Roma?

di Gilberto Proietti
Redazione de Il Legionario
inserita 5 mesi fa
1368
7:00
161212
Il cielo è cupo sopra Trigoria. E sulla piazza giallorossa. Sono bastate due prestazioni non esaltanti per riportare tutto l’ambiente indietro di due mesi. Quella più ''stonata’’ per certi versi è stata la sconfitta di Coppa Italia, in quanto ti mette nella condizione di dover fare una partita di ritorno perfetta, senza sbavature; non impossibile considerato l’avversario ma di indubbia difficoltà.

Anche la prestazione di campionato contro il Napoli, avversario diretto alla corsa per il secondo posto (non dimentichiamolo) è scivolata su quella falsariga del mercoledì; anzi, forse dal punto di vista atletico è anche peggiore a causa della disposizione in campo della squadra allenata da Sarri. A questo punto è lecito domandarsi cosa stia succedendo alla nostra compagine, dopo quella bella prova di squadra ottenuta sul campo del Villarreal e dell’Inter: è difficile dare una spiegazione certa, specialmente da chi non vive quotidianamente l’ambiente di Trigoria; ma si possono soltanto fare ipotesi. Intanto Mister Spalletti intervistato dai microfoni di Mediaset Premium a precisa domanda ha sgomberato il campo da possibili cali fisici, e attribuendo sostanzialmente la sconfitta interna col Napoli agli errori dei singoli, che hanno subito la velocità a turno dei vari Mertens e Callejon. A parziale sostegno delle dichiarazioni date alle TV ci sono gli ultimi dieci minuti di partita, dove per pura fatalità si sarebbe potuto portare a casa anche un pari se solo uno dei palloni calciati da Salah e Perotti non si fossero stampati sui legni! Resta l’amaro in bocca per aver perso l’occasione di mettere quasi una pietra sopra il secondo posto col conseguente diritto a disputare la prossima Champions. Ora, ad undici turni dalla fine del campionato sarà una sfida punto a punto coi partenopei…

E non c’è tempo di leccarsi le ferite, perché è in arrivo l’ottavo di Europa League contro il Lione, che nel suo campionato viaggia al quarto posto dietro il Nizza distaccato di 12 punti; gara alla portata dei giallorossi, a patto di tornare quella vista a Firenze e Milano.
Sarà importante recuperare soprattutto le forze mentali, venute un pò meno ultimamente, e tornare magari a quel modulo tattico che in queste recenti uscite aveva dato ottimi frutti. Spalletti saprà ridare serenità alla squadra, vincere è il suo obbiettivo e direi anche il nostro.
Sostenerli deve essere il nostro compito, poi a fine stagione si tireranno le somme.

Gilberto Proietti


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata