Triplice fischio

Parma Roma 2-0: bipolarismo giallorosso

Una brutta Roma perde 2-0 al Tardini di Parma e lascia punti importanti alle avversarie nella corsa ad un posto Champions.
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
190
4:00
162626
Forse la Roma più brutta di questa stagione, dopo quella bellissima ammirata giovedì in Europa League. Il bipolarismo giallorosso frutto probabilmente della stanchezza di giocare ogni tre giorni, dei tanti infortuni o di mancanza di carattere nei momenti cruciali della stagione, lascia sgomenti tutti ed è difficile trovare le parole per commentare una gara giocata in maniera così svogliata e distratta.

E’ vero, il match poteva prendere subito un’altra piega quando al 4’ l’arbitro e il VAR non intervengono sull’episodio molto dubbio ai danni di Pellegrini che viene disturbato, probabilmente in maniera irregolare, da Bani al momento del tiro, ma questo non può essere un alibi per giocare il resto della partita in una maniera davvero irritante.
Il primo gol del Parma arriva, infatti, su un’azione veloce dei crociati che infilano senza particolari sforzi una difesa lenta e disattenta, con Kumbulla e Bruno Peres che non oppongono resistenza all’attacco di Man e Mihaila.
Ti aspetti una reazione giallorossa che però non arriva mai, la manovra è sempre lenta e svogliata, di facile lettura e mai pericolosa, l’unica fievolissima fiammata arriva al 27’ con una punizione di Pellegrini, ma Sepe è posizionato bene e respinge.

Nella ripresa dopo soli 3 minuti Pau Lopez compie un miracolo a tu per tu con Man e tiene in partita la Roma che però non accenna a scuotersi. Dzeko è evanescente, probabilmente mai servito a dovere, ma è anche vero che l’attaccante bosniaco sembra essere ancora lontano dalla brillantezza dei bei tempi, allora ci prova El Shaarawy al 51’ con un bel tiro a giro che deviato esce di poco. Dopo 4 minuti arriva la mazzata perché la velocità degli attaccanti del Parma coglie ancora di sorpresa la molle difesa giallorossa e Ibanez nel tentativo di fermare l’offensiva di Pellè colpisce palla e piede dell’attaccante. Per l'arbitro Piccinini non ci sono dubbi, è rigore per il Parma, imbufaliti i giallorossi nella protesta che però non vale nemmeno il tentativo di rivedere l’azione al VAR. Sul dischetto va Hernani che spiazza Pau Lopez. Il raddoppio chiude praticamente i giochi. Nonostante i cambi di Fonseca che inserisce Cristante, Carles Peres, Reynolds e successivamente anche Diawara e Borja Mayoral, portando il numero degli attaccanti a quattro, la Roma non riesce minimamente ad impensierire il Parma che conquista tre punti importantissimi per la lotta salvezza. I crociati non vincevano dal 30 novembre 2020. I giallorossi, per la prima volta in questa stagione, perdono contro una “piccola”. La lotta al quarto posto si fa molto dura.


ES



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 19 ore fa
ULTIMI ARTICOLI

inserita ieri
ULTIMI ARTICOLI

inserita 6 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata