In & Out

Parma Roma 0-2 In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
404
0:00
1188
Si ritrovano i Lupi che al Tardini rispondono con determinazione alle ultime due sconfitte, battendo un buon Parma, capace di impensierire la retroguardia giallorossa nella prima frazione, ma che viene steso dalla doppietta di Pellegrini.
Una partita non molto avvincente si trasforma comunque nel passaggio del turno e, quindi, ad un nuovo confronto con la Juventus a Torino, sfida valevole per accedere alle semifinali di un trofeo da non snobbare assolutamente.
Bene Kalinic e Under, che dimostrano di essere utili alla causa e dare una spinta in più, nonostante le poche partite giocate finora.


IN

Lorenzo Pellegrini

Parte sbagliando qualche pallone di troppo in avvio di partita, ma nel secondo tempo sente positivamente la responsabilità di tirare fuori la squadra da una situazione che diventava fin troppo pesante e così torna il Lorenzo Prestigiatore. Uno-due in area con Kalinic e rasoiata all’angolino destro che sblocca la partita, Lorenzo esulta con i suoi compagni e tifosi e sembra caricarsi, poi raccoglie il pallone per battere il calcio di rigore concesso al 76° minuto e lo realizza.
Una buona prestazione per l’ex Sassuolo che conferma che quando è in palla, rende difficile la vita a qualsiasi avversario e cambia le sorti della partita.

Nikola Kalinic
Era la sua occasione e seppur non riuscendo a mettere il suo nome nella lista marcatori, gioca una buona partita in fase di costruzione e di possesso. Riesce a scambiare bene con i compagni e serve proprio Pellegrini per la rete del vantaggio, sbaglia un paio di occasioni ghiotte, ma non mi sento di rimproverare Kalinic, che nel momento di difficoltà ha saputo giocare con la testa e guadagnare piccole cose che sommandosi lo portano ad essere tra i migliori. Manca solo il gol, ma la strada è quella giusta per raggiungerlo, soffre forse il trovarsi spesso da solo come uomo d’area, concentrandosi dunque a cercare di far salire la squadra.

Cengiz Under

Parte con un tiro alle stelle da fuori area, ma prende poco a poco sempre più feeling con la partita, calibrando anche la mira ed evitando col passare dei minuti errori di costruzione. Fa una partita solida e dà una mano anche dietro, invitante l’idea per Kalinic con il tacco, non sfruttata dalla punta.
Un giocatore forse ultimamente facile da criticare, ma che per me ha bisogno ancora di quella fiducia che lo ha reso il diamante turco degli anni passati.


OUT

Bryan Cristante

Forse ancora fuori forma per l’infortunio, Bryan sembra essere il più scombussolato.
Non si guadagna ancora una vera e propria sufficienza, rimanendo spesso e volentieri troppo attaccato alla posizione, il che potrebbe essere un bene, ma non sembra dare nemmeno un forte apporto in fase difensiva. Pazienza e fiducia di vederlo al meglio contro la Juventus settimana prossima, incontro fondamentale per quello che sarà il bilancio di questa stagione.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata