Analisi tattica dei gol

Milan Roma 2-0 L'analisi dei gol

a cura di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 10 giorni fa
148
0:00
522
• 1 – 0 gol di Rebic



Una partita con ritmi bassissimi, vuoi per l’orario discutibile o per la mancanza di riposo per i calciatori scesi in campo, che si sblocca nel secondo tempo con l’ennesimo regalo dei difensori della Roma a Rebic.
Zappacosta chiuso sulla fascia decide di riniziare l’azione dalla linea difensiva ma, esattamente come Diawara nella scorsa partita, fa un passaggio pigro e regala a Rebic un pallone pericoloso. Infatti il croato allarga per la sovrapposizione di Paquetà che la mette in mezzo per Saelemaekers, lasciato indisturbato a fare da sponda per Kessie. L’ivoriano prova in girata volante ma Mirante respinge, sulla ribattuta il primo ad arrivare è Rebic che, in area piccola, prova a botta sicura, ma Mirante compie un miracolo deviando il pallone sul palo. La sfera finisce di nuovo fra i piedi di Rebic che ora non sbaglia.
Rimandato Zappacosta, autore di una partita spenta che ha come emblema il retropassaggio pigro che ha portato allo svantaggio giallorosso. Male in realtà tutta la difesa, con chiusure in ritardo e poca reattività alle parate di Mirante, l’unico che ha provato a metterci una pezza. Tra l’altro due errori uguali in due partite, potrebbero indicare una difficoltà nella costruzione della manovra…


• 2 – 0 gol di Çalhanoğlu





Al 89° minuto il Milan chiude la partita con un rigore di Çalhanoğlu.
L’azione che porta al fallo da rigore è caratterizzata ancora da una lentezza e da una reattività nulla dei giallorossi. Azione che si sviluppa ancora sulla fascia di Zappacosta con uno scambio veloce fra Theo Hernandez e Çalhanoğlu che lancia il terzino in area giallorosso. Diawara prova ad intercettare un passaggio ma il suo intervento serve ancora Theo Hernandez che viene steso in area da Smalling. Il rigore è netto.
Çalhanoğlu piazza sotto all’incrocio con un Mirante incolpevole.
Pessima la condizione fisica della rosa di Fonseca, anche qui tutti in ritardo e con pochissima cattiveria. La difesa si fa sorprendere in velocità e la poca lucidità di Diawara prima e Smalling poi fanno danno. Serve concentrazione e tanto lavoro!

Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata