Mercato
APPROFONDIMENTI

Mercato: Di Francesco non è stato accontentato

di Giacomo Cangi
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
5419
7:00
755
Ognuno può legittimamente avere la sua opinione sulla sessione estiva di calciomercato appena conclusa, ma c'è un dato inequivocabile: Eusebio Di Francesco non è stato accontentato. Il 10 luglio l'allenatore giallorosso dichiarò: «Cerchiamo un vice Dzeko, due esterni offensivi, un centrale difensivo e un esterno sinistro, visto che a centrocampo siamo a posto. Non so se sia il più forte d’Italia, ma so che è molto forte. E per questo vogliamo tenerci stretti Radja». Il vice Dzeko è arrivato (Grégoire Defrel) così come un esterno offensivo: il giovane turco Cengiz Ünder. Su Patrik Schick va fatto un discorso a parte. Il ceco classe 1996 è una punta centrale, se giocherà esterno offensivo nel 4-3-3 caro a Di Francesco, allora sarà adattato.
Sarebbe a dir poco curioso se l'acquisto più caro della storia della Roma giocasse in un ruolo non suo. Il terzino sinistro è arrivato a fine luglio: Aleksandar Kolarov. Il difensore centrale? Mistero. I giocatori di quel ruolo a disposizione dell'ex tecnico del Sassuolo sono Manolas, Juan Jesus, Fazio, Moreno, Castan. Non proprio un muro invalicabile.
Nella malaugurata ipotesi in cui la Roma avrà delle difficoltà, non bisognerà dunque vedere in Di Francesco il responsabile. Non solo non sono stati fatti i cinque acquisti che aveva richiesto, ma i giocatori arrivati non sono nemmeno perfettamente adatti al modulo tattico prediletto dall'allenatore. Se ci saranno dei problemi, la colpa sarà quindi solo della società e delle sue scelte di mercato.

Giacomo Cangi


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata