L'argomento

Lo strano caso di Patrik Schick

di Andrea Monaco
Redazione de Il Legionario
inserita un mese fa
1686
7:00
811
A Roma un oggetto misterioso, in Nazionale un altro calciatore. Entra al 73' e dopo appena tre minuti sigla la rete che permette alla Repubblica Ceca di portare a casa tre punti fondamentali contro la Slovacchia. Questo è Patrik Schick.

In molti si sono chiesti quale sia il suo problema: blocco mentale, posizione errata in campo oppure un giocatore non all'altezza della squadra di Di Francesco? La verità è che una risposta a questo quesito non c'è. I dati parlano chiaro: tre reti in dieci partite in maglia ceca, delle quali in cinque occasioni è partito dalla panchina. Appena tre reti in ventisei presenze nella Capitale. Quest'anno invece, sei apparizioni e soltanto una traversa contro il Frosinone. Eppure, il ceco nel pre-campionato era stato il più attivo, andando a segno ben cinque volte.

Questo ragazzo deve essere messo nelle condizioni di mostrare tutte le sue qualità, senza pressioni e senza rimarcare il fatto che la Roma lo abbia pagato 42 milioni di euro. Il talento c'è e lo ha dimostrato nella sua esperienza con la Sampdoria, facendo innamorare diversi club che se lo sono conteso nell'estate 2017.


Non tutte le squadre possono permettersi di avere un giocatore come Schick in panchina e questo vantaggio va sfruttato, lasciandolo giocare senza pressioni, perché prima o poi arriverà anche il suo momento di gloria.


Andrea Monaco


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata