La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Vedi Napoli e poi Mou…

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 29 giorni fa
842
3:00
955
O Capricciosa Eupalla,
del calcio Diva e Musa:
di luce rossa e gialla
Tu brilli circonfusa…



Dopo la gara di Napoli, Mourinho ha protestato con veemenza contro l’arbitraggio, per difendere “il diritto a vincere” della sua Roma…
Mi ha commosso. Il suo sfogo è stato indizio d’amore vero. Non solo amore per la squadra e per i tifosi, ma anche amore per la giustizia.

Con un distico d’endecasillabi tronchi, voglio celebrare ad un tempo la bella prova dei giallorossi e la passione del nostro Mister.


La Roma al “Maradona“ fu un bijou
(e penso: «Vedi Napoli… e poi Mou!»)

*

Napoli - Roma 1-1

Dodicesima partita utile consecutiva in campionato; per giunta, sul campo di una pretendente al titolo. Questo dato sarebbe di per sé sufficiente a rendere orgogliosi i tifosi giallorossi.
Ma allo Stadio Maradona la Roma ha fatto qualcosa in più che “ottenere un pareggio”. Ha lottato fino alla fine, senza mai disunirsi, in un clima ostile; con la fatica di una partita di Coppa nelle gambe; e con un arbitraggio tutt’altro che favorevole. Una volta raggiunto il pari, inoltre, ha provato a vincere. E per poco non ci riusciva…

Non riesco a capacitarmi del rigore negato a Zaniolo. Sì, Meret esce a valanga e tocca la palla; ma “Nico” ne rientra in possesso, scavalca il portiere con uno splendido colpo sotto… e questi gli frana addosso. Mi domando: perché l’arbitro Di Bello non è andato al Var, ALMENO per rivedere l’azione?

(L’arbitraggio è sempre quello:
non c’è nulla mai DI BELLO…)

Bellissima la manovra che ha portato al nostro gol: cross basso e teso di Pellegrini, Afena-Gyan la fa passare, Abraham prolunga con la suola (all’indietro) per l’accorrente “Faraone”… e Meret è trafitto.

Pellegrini crossa al centro,
finta Afena, Tammy “suola”…
“ElSha” poi la mette dentro
e la Lupa si consola…

*

Sfottonari

Quattro (sf)ottonari dedicati al “piccolo uomo” (amo il Napoli, ma non il suo allenatore: perché ho buona memoria).

Il Pelato ci sperava:
sì, ma proprio sul più bello
gli strappò una Lupa brava
pure l’ultimo capello…

*

L’anagramma della settimana

Contro il Glimt, Zaniolo fu fenomenale. E avrebbe meritato, nella scorsa puntata della Sfera dei Capricci, una qualche forma di “speciale celebrazione”… Mi sento in debito, e intendo pagarlo ora.
Sì, la prestazione col Napoli non è stata eccezionale come quella con i norvegesi. Però il ragazzo ha sempre lottato (e si era anche procurato un rigore sacrosanto, purtroppo “dibellamente” ignorato).


Gioco, qualità, enorme potenza

Portento, magie: qua c’è Zaniolo…


Franco Costantini




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata