La Sfera dei Capricci

La sfera dei capricci: Roma Sampdoria: fu vera gloria?

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 10 mesi fa
905
10:00
141313
O Sfera che Sublime
del calcio crei l’idioma…
ispirami due rime
(e sempre Daje Roma!)



Roma Sampdoria 4-1

Almeno ai miei occhi, la Roma ha disputato coi blucerchiati la migliore gara del suo Campionato. Vero che la Samp è in un periodo di flessione, ma non scordiamoci che - poche settimane fa - schiantò il Napoli per 3-0.
Credo sia la prima volta (lo ripeto: almeno ai miei occhi) che, in un match di campionato, nessun giallorosso meriti l’insufficienza (sono d’accordo con le pagelle di Emanuele Grilli: persino Juan Jesus e ’Nzonzi sono sembrati giocatori “ancora in attività”!). La Roma ha messo sotto gli avversari attaccando per quasi tutta la gara, con pochissimi momenti di pausa.
Mi piacerebbe pensare che questa partita rappresenti un segnale di crescita. Ma è meglio aspettare conferme: la Roma ci ha abituato, in questa stagione, a sconcertanti altalene.

In attesa dell’asupicata conferma (a Udine, dopo la sosta), occorre però omaggiare - fin da subito - l’eroe della domenica. Parlo, ovviamente, di El Shaarawi.


Bella e efficace fu la prestazione.
La prestazione fu efficace e bella.
Sì, mi ripeto. Come il Faraone:
doppietta con fatata palombella!

*

Dammi, dammi… gli anagrammi!

Ecco un po’ d’anagrammi per sorridere o per ghignare. Inutile precisare che si tratta (sempre) di puro gioco. Insomma: se dovete querelarmi fatelo pure, ma - per favore - non per un divertissement enigmistico!

L’ultimo anagramma, ad esempio, contiene una forzatura, non corrispondente a verità: non è certo che Benatia (nella gara col Milan) dovesse essere espulso; se si stimasse “involontario” il suo fallo di mano - e l’interpretazione è davvero controversa - l’arbitro avrebbe deciso correttamente. Ma suvvia: il gioco risultante è così divertente, che può benissimo partire da una premessa non fondata!

Lo stesso vale per il penultimo anagramma: contiene illazioni clamorose, e non sostenute da prove certe. Ma il gioco non ha bisogno della verità, né di fondamenti epistemologici!
Del resto, come dice un antico proverbio, «Per un bel detto si perde l’amico».



Stimo la fila d’eroi: —> i tifosi della Roma…


Per il team nerazzurro ancora un grande trionfo...
--->
... ma, cazzo!, non è l'Inter! E gridaron: «Per fortuna! Urrà!»








Bizzarro caso: fa i selfie con Chiellini nudo
--->
I fan nei social: «Un orribile schifo del cazzo!»


Ronaldo tira: che gol! E l’indagine cessa, s’annulla...
--->
(Sì sì, Andrea Agnelli è colluso con la ’ndrangheta)


Memoria: Benatia, ti manca il secondo cartellino giallo!
--->
Nel calcio “bacato” e immorale, i Ladri si mantengono tali


Franco Costantini


Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata