La Sfera dei Capricci

La Sfera dei Capricci: Er processo

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
1001
0:00
151313
O Sfera che governi
del calcio il paradosso,
ispira versi eterni
al vate giallorosso…



Parliamoci chiaro: questa Roma è deprimente. Così deprimente, che mi ha indotto a un lezioso esercizio di stile: una favoletta morale in versi, intitolata “Er processo” (vedi oltre). Da questo componimento, di vago sapore hegeliano, l’autore stesso è tentato di dissociarsi…

Sta di fatto che ora siamo a un bivio: o si va a vincere a Bergamo, per rinfocolare le ormai sparute speranze Champions… oppure dovremo difendere coi denti la zona Europa League. E già questa sarebbe impresa ardua, considerando lo stato di forma della squadra.

Alcune cose restano inspiegabili: contro la Lazio abbiamo visto la Roma dominare la partita sotto tutti i punti di vista; il che dimostrerebbe che le potenzialità tecniche, tattiche e fisiche sono da squadra top; contro Sassuolo e Bologna, invece, abbiamo visto un team da zona retrocessione. Da cosa dipende questa alternanza delle prestazioni? Fragilità mentale? Problemi fisici? Bioritmi? Influssi astrologici di Saturno?
Di fronte all’inspiegabile, la tentazione di munirsi di un “amuleto” è forte. Un cornetto? Una zampa di coniglio? No. Alla tentazione voglio resistere. Memore di questa quartina:

«Ogni superstizione è irrazionale»,
mi disse un giorno a bruciapelo un tale.
«Lo sa chi nella zucca ha un po’ di sale:
esser superstiziosi… porta male»

*

Roma Bologna 2-3


Udite udite: tra le individualità, il meno peggio è Bruno Peres… Un fatto inquietante di per sé. “Miki” fa la rete che riaccende le speranze, ma appare privo del necessario tono atletico. Kolarov ha il merito di propiziare l’autogol, ma per il resto è irritante: compreso il frangente nel quale polemizza con i tifosi che fischiano. “Kola” non è nuovo a questi gesti, purtroppo; deve ancora capire che il sostegno della curva non ce l’hai “gratis”; te lo devi guadagnare. Guadagnarlo è facile, peraltro. Il pubblico giallorosso è il migliore del mondo: non pretende il risultato; è capace di applaudirti anche mentre perdi 7-1; l’unica cosa che non sopporta è lo scarso impegno; e in quel caso, accidenti, fischiare diventa un diritto sacrosanto!
Ai fischi del pubblico, dunque, aggiungo il mio personale; sotto forma di distico in endecasillabi tronchi.


Tutti a pezzi, e “bolliti” per di più:
i bolognesi fan di noi ragù.

*

Er processo
(Favoletta morale dolciastra)

           Er Pubblico Ministero

«In sei partite, solo quattro punti,
e il sogno del tifoso si vanifica.
Tre tonfi casalinghi sono giunti
(e due da team più deboli in classifica).

Né, al fine di risolvere i problemi,
adòpransi la volontà o l’ingegno:
latita il gioco, latitan gli schemi,
manca la grinta, c’è uno scarso impegno.

Deve pagare chi poltrisce e sgarra!
Deve pagare, chi i tifosi inganna!
Io chiedo, per la Roma qui alla sbarra,
una ferma sentenza di condanna».

           Er Difensore d’Ufficio


«Troppi infortuni e ancora più sfortuna
patì la Roma da gennaio in qua:
mancavan col Bologna (a dirne una)
Zaniolo, Pellegrini e Diawarà.

Quando la jella sposa il contrattempo…
carenti risultati seco reca.
Date tempo alla Roma, date tempo;
e soprattutto datelo a Fonseca.

Non dipende da colpa, Vostro Onore,
né da dolo, l’attuale situazione;
ma da “necessità”, “forza maggiore”:
chiedo pertanto piena assoluzione».

           Er giudice

«Sentite le due parti, escussi i testi,
acclarata l’assenza d’ogni vizio,
sembra che al sottoscritto altro non resti
che “de sententia” chiudere il giudizio.

Né pene, né sanzioni, multe o ammende
merita - di per sé - chi perde a oltranza.
Le merita soltanto se si arrende,
tradendo la passione e la speranza.

Le merita soltanto se antepone
(alla sacralità de la bandiera)
la brama di potere, l’ambizione
d’una speculazione masnadiera.

Ex lege cordis”, dunque, mi risolvo,
rispetto al team che adesso fa sì schifo,
a tal giudizio: non condanno o assolvo
la Roma mia, ma l’incito e la tifo».



Franco Costantini




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata