Triplice fischio
NEWS

La Roma si tira su con un bel tris al Chievo

Bella partita dei giallorossi che battono i clivensi senza problemi e conquistano tre punti importanti per continuare la corsa alla zona Champions.
Redazione de Il Legionario
inserita 11 giorni fa
208
7:00
300
La Roma scende in campo al Bentegodi di Verona priva di Olsen e Manolas e con la necessità dei tre punti per non rimanere indietro nella lotta per una posizione Champions.

Fin dai primi minuti i giallorossi fanno capire di avere la testa giusta, dopo un bel tiro di Zaniolo deviato in angolo da Sorrentino, al 9’ arriva il vantaggio giallorosso con El Shaarawy: il faraone è abile a eludere il fuorigioco e infilarsi tra le maglie della difesa dei clivensi, raccogliere l’assist di testa di Nzonzi e insaccare con un bel tiro da posizione defilata. Al 18° Dzeko, in giornata di grazia, con una bella azione personale, parte dalla destra, supera con una bella finta Hetemaj e fa partire un sinistro ad incrociare che batte per la seconda volta Sorrentino.
Raggiunto il doppio vantaggio la Roma cala il ritmo e il Chievo cerca di riaprire la partita prima con Barba e poi con Djordjevic, su quest’ultimo Mirante compie un vero miracolo respingendo il colpo di testa da posizione ravvicinata. Anche Marcano in un paio di occasioni si fa vedere attento immolandosi sulle conclusioni dei clivensi e proteggendo in maniera impeccabile la sua porta.

Nel secondo tempo il Chievo parte forte alla ricerca del gol che potrebbe riaprire la partita, ma si scopre troppo e viene punito da un contropiede impeccabile dei giallorossi: El Shaarawy parte palla al piede sulla fascia e, dopo aver superato un paio di avversari verticalizza per Dzeko, il bosniaco vede l’arrivo di Kolarov che aveva accompagnato l’azione e lo serve sulla corsa con un assist preciso, il serbo entra in area e fa partire un bel rasoterra che si insacca per il 3-0 della Roma. L’esultanza con inchino verso il settore ospiti del Bentegodi è stato forse il suo modo di chiedere scusa ai tifosi giallorossi.
Il terzo gol è una mazzata per il Chievo che non reagisce più e lascia il gioco nella mani della Roma che sfiora più volte il poker soprattutto con Dzeko ed El Shaarawy, ma prima la traversa e poi il palo dicono di no.

Bella prova dei giallorossi che martedì sono chiamati a ripetere la prestazione positiva anche contro il Porto negli ottavi di andata di Champions.



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata