Approfondimenti

La Roma di Conte... quanto vi piace?

Continuiamo il nostro “gioco”: come sarà la Roma il prossimo anno? Una previsione verosimile tra acquisti, cessioni e nuovi possibili allenatori. Alla fine ci direte quella che vi piace di più. Oggi vi presentiamo la Roma di...
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
1586
10:00
1044
Cessioni: 173 mln

Olsen – 10 mln
Marcano – 5 mln
Karsdorp – 10 mln
Santon – 5 mln
Nzonzi – 25 mln
Gonalons – 5 mln
Gerson – 10 mln
Pastore – 15 mln
Under – 40 mln
Perotti – 10 mln
Dzeko – 20 mln
Defrel – 18 mln

Acquisti: 160 mln

Cragno – 15 mln
Mancini – 25 mln
Izzo – 20 mln
Barella – 40 mln
Tonali – 20 mln
Belotti – 40 mln


Allenatore: Antonio Conte

Portieri: Cragno, Mirante, Fuzato.

Difensori: Manolas, Fazio, Mancini, J. Jesus, Izzo, Kolarov.

Centrocampisti: De Rossi, Tonali, Barella, Lo. Pellegrini, Cristante, Zaniolo, Florenzi, Coric, Bruno Peres, Lu. Pellegrini

Attaccanti: El Shaarawy, Kluivert, Schick, Belotti.





Se la Roma dovesse riuscire a qualificarsi per la Champions League potrebbe convincere Antonio Conte a sedersi sulla panchina giallorossa e il mercato sarebbe senz’altro all’altezza del nuovo mister e delle competizioni.

Il tecnico leccese porterebbe a Roma quella grinta che negli ultimi anni è mancata e quel modulo, il 3-5-2.

La rivoluzione in casa Roma passa sicuramente dal portiere, così fuori Olsen e dentro Cragno. In difesa la situazione è diversa: con la Champions Manolas dovrebbe restare, così come Fazio che nelladifesa a 3, potrebbe rinascere. Tuttavia con il probabile arrivo ds Petrachi del Torino si fa sempre più concreta la pista Izzo. Infine il terzo centrale potrebbe essere Mancini dell’Atalanta. Le ultime voci parlano anche di Nacho del Real Madrid. Via i terzini della difesa a 4, dentro ali tutto polmoni: a destra Florenzi in attesa di qualche aiuto dal mercato; a sinistra può giocare Kolarov dando sempre più spazio al rientrante Luca Pellegrini per poi diventare riserva dei 3 difensori.

A centrocampo Conte predilige un mediano capace di impostare il gioco con passaggi e lanci illuminanti così sotto i suoi insegnamenti potrebbe crescere il giovane Tonali del Brescia che si alternerebbe con De Rossi, il capitano delle grandi notti Champions. Le due mezz’ali devono essere brave ad inserirsi, tecnicamente abili e soprattutto volenterosi di tornare in difesa e recuperare palloni importanti, per questo ci sono Zaniolo, Pellegrini e Cristante. Un giocatore che per caratteristiche sarebbe perfetto è Barella del Cagliari.

In attacco potrebbe partire Dzeko e, con i soldi delle cessioni di giocatori non adatti al gioco di Conte (Under) si avrebbe la liquidità giusta per prendere una punta di spessore come Icardi o Morata, quest’ultimo già allenato dal tecnico e con cui dovrebbe ricucire un rapporto non proprio idilliaco. Ma con il ds Petrachi potrebbe arrivare Belotti. A fare la seconda punta l’insostituibile e ormai maturo El Shaarawy.

Fra le riserve potrebbero restare invariate, così come per il centrocampo, nonostante le cessioni di giocatori che hanno deluso (Nzonzi, Pastore). Fra questi potrebbe sbocciare finalmente Coric. In attacco Schick a far rifiatare Belotti, Kluivert lo stesso per El Shaarawy. Dal mercato potrebbero arrivare nomi importanti, Conte è un allenatore di primo livello che vuole giocatori di primo livello, chissà…


Matteo Bianchetti




Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata