L'argomento
INTERVISTE

Intervista ad Atletico Madrid Supporters Italia

a cura di Andrea Monaco
Redazione de Il Legionario
inserita 13 giorni fa
395
7:00
311
Alla vigilia di Roma-Atletico Madrid, i ragazzi di “Atletico Madrid Supporters Italia” ci hanno gentilmente concesso un'intervista per parlare del prossimo avversario della Roma in Champions League.


Chi siete? Come nasce la vostra passione per l'Atletico Madrid?
L’amore per i Colchoneros nasce grazie a Fernando Torres: nella sua prima esperienza all’Atletico ci aveva letteralmente stregato. Andato via il “colpevole” è rimasto forte l’amore per questi colori, anche negli anni più bui. Siamo semplicemente una pagina in cui tifosi, appassionati e simpatizzanti, italiani e non, possono parlare e confrontarsi sull’Atletico Madrid. Una sorta di luogo di aggregazione virtuale per intenderci”.

Il blocco del mercato non ha permesso alla squadra di rinforzarsi. Quali sono le vostre aspettative per quest'anno?
Bisogna dire che in casa Atletico il blocco non se l’aspettavano in molti: era già pronto l’acquisto di Lacazette mentre Diego Costa e Vitolo sarebbero già in campo con la camiseta rojiblanca senza la sanzione imposta dalla Fifa. In molti si aspettavano un mercato scoppiettante. Per tutti è stato uno shock, soprattutto perché l’Atletico inaugurerà a breve il nuovo stadio e farlo senza nuovi acquisti avrebbe potuto raffreddare l’entusiasmo del pubblico. L’ambiente invece si è ripreso rapidamente, si è riusciti a tenere Griezmann che aveva un piede già a Manchester e si spera di arrivare a Gennaio ancora in piena corsa in Liga e agli ottavi di Champions. I nuovi innesti poi potrebbero dare quello che attualmente manca a questa squadra e tutto può accadere… “.

Qual è il sistema di gioco adottato maggiormente da Simeone?
Non mi aspetto grandi sorprese: verosimilmente l’Atletico giocherà con un 4-4-2 con Carrasco a spingere molto mentre Koke si intercambierà con Saúl sull’altro out. Davanti assieme a Griezmann, che farà da raccordo tra centrocampo e attacco, penso che Simeone punterà sull’esperienza: spazio a Fernando Torres.

Che tipo di partita sarà all'Olimpico e cosa deve temere la Roma di questo Atletico?

Credo che Simeone non lascerà nulla al caso e preparerà la partita al meglio, studiando punti forti e deboli della Roma. Verosimilmente sarà un Atletico sornione: la Roma farà la partita e i Colchoneros aspetteranno il momento giusto per colpire. Vincerà chi commetterà meno errori. Proprio questo la Roma deve temere dell’Atletico: l’esperienza e il cinismo. Spesso i Colchoneros sono sporchi e cattivi: può bastare una mezza palla a Griezmann e compagni per segnare”.

C'è un giocatore della Roma che temete maggiormente?
Temo particolarmente Perotti: è un giocatore che se è in giornata può decidere la partita con una giocata decisiva, conosce il calcio spagnolo e con il Siviglia realizzò un golazo contro l’Atletico nella prima giornata della Liga 2013/2014, quella che l’Atletico vinse pareggiando al Camp Nou nell’ultima giornata. Inoltre sull’out di destra difensivo l’Atletico potrebbe essere in difficoltà con Juanfran che inizia a sentire il peso dell’età e Vrsaljko che non ha nella fase difensiva il suo punto di forza”.

Andrea Monaco

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata