Pagelle
APPROFONDIMENTI

Inter Roma 1-3 - Le pagelle (con video)

Era importante iniziare il tris di partite decisive con il piglio giusto, e la squadra ci è pienamente riuscita. (di Emanuele Grilli)
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
1221
10:00
151111
SZCZESNY 6.5: Dimostra di essere migliorato nettamente anche nelle uscite in area, sia basse che alte. Sul gol subito non può assolutamente nulla, mentre per il resto se la cava con una buonissima sicurezza.

MANOLAS 7: Riesce sempre ad anticipare con sicurezza il diretto avversario, va vicinissimo al gol di testa nella ripresa ma la palla finisce di poco alta sopra la traversa. Nel complesso ottima prestazione per lui, condita anche da cavalcate dirompenti ed efficaci.





FAZIO 7: Fisicamente è un autentica roccia, non si fa impensierire dalla presenza di Icardi e lo blocca con anticipi puliti e quasi sempre regolari. Ormai non parliamo più di una sorpresa, ma di una autentica certezza del reparto.

RUDIGER 7: Perisic gli crea qualche problema sulla fascia ma lui se la cava quasi sempre in modo ottimale, mostrando i muscoli in ogni occasione e senza mai farsi trovare in modo impreparato. Solo nel finale il croato lo fa ballare per terra, ma con il risultato ormai pienamente in cassaforte.

B. PERES 6.5: Durante la partita viene spostato come esterno di attacco a supporto di Salah e Nainggolan, e questa nuova posizione gli permette di spingere con caparbietà limitandosi nel supporto difensivo. Cionostante il brasiliano rientra spesso a supporto della squadra, un segnale sicuramente molto importante.

DE ROSSI 6: E' il primo a prendere un ammonizione in casa giallorossa e questo ne limita leggermente il supporto offensivo. Si limita perciò ad una semplice gestione palla che comunque gli riesce nel complesso molto bene.

STROOTMAN 7:
Meriterebbe di più per la grande prestazione profusa in campo, ma gli abbasso il voto di mezzo punto per l'errore sciocco in area di rigore che per nostra fortuna non è stato visto dall'arbitro. Per il resto però confermo di aver visto nuovamente il Kevin dei bei tempi.

JUAN JESUS 7:
Si merita un voto alto per diversi motivi: sia perché non era previsto il suo impego da titolare, sia per la pressione degli ex tifosi nerazzurri e sia per la mina vagante Candreva che non è mai facile da disinnescare. Lui ci riesce in maniera eccellente, senza mai farsi trovare in maniera impreparata. Una sorpresa sicuramente positiva.

NAINGGOLAN 9: L'autentico dominatore della sfida di San Siro, uno dei giocatori più forti ad aver vestito la maglia giallorossa negli ultimi 20 anni. Due gol di pregievolissima fattura, due tiri all'incrocio potenti e angolati, oltre al solito contributo determinante in mezzo al campo. Semplicemente fantascientifico.

SALAH 6.5: Mette in costante difficoltà la retroguardia nerazzurra con strappi in velocità dinamici e imprevedibili. Non riesce ad essere decisivo nei gol giallorossi, ma il suo contributo nell'arco della partita rimane senza dubbio importante.

DZEKO 6.5: Viene chiuso spesso nella morsa difensiva nerazzurra, di conseguenza decide di essere più altruista e di servire più spesso il compagno libero piuttosto che provare la giocata individuale. Si conquista il rigore nel finale con tanta grinta e caparbietà, anticipando Medel proprio all'ultimo istante disponibile.

SOSTITUZIONI

PEROTTI 6.5:
Segna con la solita freddezza il rigore del 3-1 definitivo, divertendosi nel finale dribblando con facilità i difensori centrali nerazzurri. Averlo come primo panchinaro è un lusso che in serie A pochi possono vantare.

PAREDES s.v.: Entra per uno stremato De Rossi e gestisce bene palla nel finale.

VERMAELEN s.v.: Per fortuna entra a due minuti dalla fine e non ha tempo di fare disastri.

SPALLETTI 7.5: San Siro si dimostra per lui terra di conquista, con ben 7 successi negli ultimi 11 precedenti tra Inter e Milan. La sua Roma gioca bene e con entusiasmo, non aggrappandosi solo alle giocate individuali ma soprattutto ad una manovra di gioco fluida ed efficace. Sta riuscendo persino nell'impresa di rendere Juan Jesus un buonissimo giocatore, un vero e proprio miracolo sportivo.

VOTO DI SQUADRA 8:
Un voto molto alto ma assolutamente meritato, sia per la prestazione generale di squadra e sia per la difficile sfida affrontata, in un campo difficile contro una squadra in grandissima forma. Era importante iniziare il tris di partite decisive con il piglio giusto, e la squadra ci è pienamente riuscita. Affrontare le partite in questo modo è il primo passo per diventare una grande squadra, speriamo di continuare su questa strada per poterci togliere ulteriori soddisfazioni.

Emanuele Grilli



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata