In & Out
STADIO

In&Out Torino-Roma: esame non superato!

Tutti sotto accusa, un 3-1 senza attenuanti o alibi, un risultato che solo una grande prestazione di Szczesny (unica nota positiva della partita) ha evitato che diventasse ancora più umiliante. (di Alessandro Tagliaboschi)
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
891
7:00
262727
Nell’editoriale scorso, parlavo di Torino-Roma come un crocevia importante per la stagione giallorossa, in cui la squadra di Spalletti doveva dimostrare di avere quelle qualità necessarie per poter puntare a grandi obiettivi. Purtroppo, la Roma ha buttato sciaguratamente un’occasione per farsi valere come una squadra forte e organizzata per vincere, offrendo ai tifosi giallorossi un nuovo impietoso spettacolo.


Tutti sotto accusa, un 3-1 senza attenuanti o alibi, un risultato che solo una grande prestazione di Szczesny (unica nota positiva della partita) ha evitato che diventasse ancora più umiliante. Aldilà di questo, non c’è nulla da salvare: reparti sconnessi, fase difensiva da film horror, un centrocampo con gli interpreti in totale affanno ed un attacco che è riuscito a sciupare occasioni da gol clamorose.
Errori dei singoli, di squadra ma anche dell’allenatore e dello staff tecnico. Assurda la scelta di continuare a far giocare Bruno Peres a sinistra, inspiegabile insistere su un modulo di gioco in questo momento non applicabile per i giocatori presenti in rosa e spremere calciatori (come Nainggolan o Perotti) evidentemente non in forma ottimale.


Che il mercato fosse mediocre si sapeva (chi diceva e tutt’ora afferma il contrario fa finta di non vedere), ma nessuno immaginava di assistere a scempi di questo genere in cui i protagonisti, più che calciatori professionisti, somigliano a dilettanti allo sbaraglio. La cosa che fa più male è essere presi in giro, da tutti: dalla società incapace in cinque anni di costruire organico e mentalità vincente, da un allenatore sempre più in confusione con dichiarazioni inneggianti ad una fantomatica ed irresistibile forza di questa squadra e dai giocatori stessi, presunti fenomeni in ricerca continua ed ossessiva di ritocchi dell’ingaggio, ma poi protagonisti di prestazioni VERGOGNOSE come quelle di ieri pomeriggio.


I tifosi della Roma non meritano tutto questo. Le partite si possono perdere, ma non senza che prima si sia dato tutto in campo. Questo per il tifoso romanista è fondamentale. Ora l’interrogativo in virtù dei prossimi impegni è il seguente: basteranno le doppie sedute annunciate da Mister Spalletti per riuscire a rialzare la situazione? Noi lo speriamo, ma le esperienze passate dicono tutt’altro…

Alessandro Tagliaboschi

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata