In & Out
STADIO

In&Out Torino-Roma: esame non superato!

Tutti sotto accusa, un 3-1 senza attenuanti o alibi, un risultato che solo una grande prestazione di Szczesny (unica nota positiva della partita) ha evitato che diventasse ancora più umiliante. (di Alessandro Tagliaboschi)
Redazione de Il Legionario
inserita 9 mesi fa
865
7:00
201919
Nell’editoriale scorso, parlavo di Torino-Roma come un crocevia importante per la stagione giallorossa, in cui la squadra di Spalletti doveva dimostrare di avere quelle qualità necessarie per poter puntare a grandi obiettivi. Purtroppo, la Roma ha buttato sciaguratamente un’occasione per farsi valere come una squadra forte e organizzata per vincere, offrendo ai tifosi giallorossi un nuovo impietoso spettacolo.


Tutti sotto accusa, un 3-1 senza attenuanti o alibi, un risultato che solo una grande prestazione di Szczesny (unica nota positiva della partita) ha evitato che diventasse ancora più umiliante. Aldilà di questo, non c’è nulla da salvare: reparti sconnessi, fase difensiva da film horror, un centrocampo con gli interpreti in totale affanno ed un attacco che è riuscito a sciupare occasioni da gol clamorose.
Errori dei singoli, di squadra ma anche dell’allenatore e dello staff tecnico. Assurda la scelta di continuare a far giocare Bruno Peres a sinistra, inspiegabile insistere su un modulo di gioco in questo momento non applicabile per i giocatori presenti in rosa e spremere calciatori (come Nainggolan o Perotti) evidentemente non in forma ottimale.


Che il mercato fosse mediocre si sapeva (chi diceva e tutt’ora afferma il contrario fa finta di non vedere), ma nessuno immaginava di assistere a scempi di questo genere in cui i protagonisti, più che calciatori professionisti, somigliano a dilettanti allo sbaraglio. La cosa che fa più male è essere presi in giro, da tutti: dalla società incapace in cinque anni di costruire organico e mentalità vincente, da un allenatore sempre più in confusione con dichiarazioni inneggianti ad una fantomatica ed irresistibile forza di questa squadra e dai giocatori stessi, presunti fenomeni in ricerca continua ed ossessiva di ritocchi dell’ingaggio, ma poi protagonisti di prestazioni VERGOGNOSE come quelle di ieri pomeriggio.


I tifosi della Roma non meritano tutto questo. Le partite si possono perdere, ma non senza che prima si sia dato tutto in campo. Questo per il tifoso romanista è fondamentale. Ora l’interrogativo in virtù dei prossimi impegni è il seguente: basteranno le doppie sedute annunciate da Mister Spalletti per riuscire a rialzare la situazione? Noi lo speriamo, ma le esperienze passate dicono tutt’altro…

Alessandro Tagliaboschi

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata