In & Out
STADIO

In&Out Roma-Milan: ci vediamo allo Stadium!

Partita difficile per i ragazzi di Spalletti contro i rossoneri, abili nel bloccare il gioco della Roma, che ha trovato la vittoria grazie ad una magia di Radja Nainggolan senza dubbio il migliore in campo. (di Alessandro Tagliaboschi)
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
684
7:00
291616
Nel posticipo della sedicesima giornata di Serie A, la Roma batte il Milan per 1-0 e trova il secondo posto in solitaria rimanendo a quattro lunghezze dalla Juventus, prossima avversaria della squadra giallorossa nell’anticipo di sabato 17 dicembre.
Partita difficile per i ragazzi di Spalletti contro i rossoneri, abili nel bloccare il gioco della Roma, che ha trovato la vittoria grazie ad una magia di Radja Nainggolan senza dubbio il migliore in campo, autore di un secondo tempo sontuoso, proprio come la scorsa settimana nel derby. Sembra proprio che il belga stia tornando ai suoi massimi livelli di forma ed è ciò che più serviva ai giallorossi visto questo difficile ciclo di partite. Altro protagonista della serata è senza dubbio Wojciech Szczęsny, che neutralizza Niang dal dischetto con una gran parata ed in generale garantisce grande serenità e sicurezza negli interventi durante tutto l’arco dei 90 minuti. E’ lui il portiere titolare della Roma e lo sta dimostrando parata dopo parata.
Tra coloro che hanno fornito ottime prestazione è impensabile non includere il nostro centravanti: Edin Dzeko. Anche lui mostra qualche difficoltà nel primo tempo, anche se più nella gestione della palla che in zona gol, dove rischia per ben due volte di mettere il suo nome nel tabellino dei marcatori. Seconda frazione di gioco però di gran spessore sotto ogni punto di vista quella del bosniaco, aiuta la squadra tenendo palla nei momenti difficili e finali della gara ed è onnipresente sulle palle alte dove il povero Romagnoli ogni volta non può far altro che restare a guardare. Manca solamente il gol, ma quest’anno Edin ci sta dimostrando che un paio di partite a digiuno non costituiscono di certo un problema.
Menzione anche la nostra difesa. Sempre migliore l’intesa del trio Manolas-Fazio-Rudiger, che rappresentano un vero e proprio muro per l’attacco rossonero, che tranne nell’occasione del calcio di rigore, non riesce mai a sfondare in area di rigore e creare pericoli per la porta giallorossa. Una lode soprattutto a Federico Fazio arrivato qui tra un misto di indifferenza e scetticismo da parte della tifoseria giallorossa, subito smentita con la qualità delle sue prestazioni.
La nota più lieta della serata però, è senza alcuna esitazione il ritorno di un pubblico importante allo Stadio Olimpico, intorno alle 45.000 persone che hanno saputo sostenere la squadra durante l’arco di tutta la partita e far respirare un’atmosfera che all’Olimpico non si viveva da molto tempo.
Ora viene la parte difficile: Juventus-Roma. Verrebbe da dire la partita più importante della stagione, ma non voglio cadere nel banale. Sarà una gara difficilissima, che la Roma dovrà affrontare con personalità e con voglia di dimostrare di essere finalmente una squadra che può ambire all’obiettivo più grande. Uscire indenni da Torino, sarebbe un ottimo risultato che darebbe la possibilità alla banda Spalletti di perseguire il sogno di spodestare la Juve dal tetto d’Italia.
A domenica amici miei, sperando di poter commentare con voi un esito positivo della gara di Torino. FORZA ROMA.

Alessandro Tagliaboschi



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata