In & Out
NEWS

In&Out Crotone-Roma: massimo risultato, minimo sforzo

La Roma batte agevolmente per 0-2 in trasferta il Crotone grazie alle reti di Nainggolan ed Edin Dzeko. (di Alessandro Tagliaboschi)
Redazione de Il Legionario
inserita 6 mesi fa
642
10:00
151111
Vittoria doveva essere e vittoria è stata. I giallorossi escono con il bottino pieno dallo Stadio "Ezio Scida" di Crotone, nonostante le barricate della formazione calabrese ed un rigore sbagliato in maniera grossolana da Dzeko al diciassettesimo del primo tempo sul risultato di 1 a 0.

Una buona prova dei ragazzi di Luciano Spalletti, che nell'arco dei novanta minuti però, non hanno mai dato la sensazione di voler affondare realmente il colpo alzando i ritmi di gioco, convinti della propria superiorità e che prima o poi il colpo vincente sarebbe arrivato.

E' arrivato grazie ancora una volta a Radja Nainggolan. Il belga risponde alle tante critiche ricevute a causa di un video diffuso in rete in cui il centrocampista confessa ed esprime odio nei confronti della Juventus, con una prestazione formidabile, fatta di quantità, corsa e qualità. Trova il nono gol stagionale, sembra finalmente essere a suo agio nelle vesti di trequartista, è ancora una volta il migliore in campo ed al tifoso della Roma deve importare solamente questo, le chiacchiere le lasciamo agli altri, evidentemente Radja logora chi non ce l'ha.

Tra le note positive, da segnalare un buon ritorno dalla Coppa d'Africa di Mohamed Salah. L'egiziano appare ancora leggermente appesantito ed affaticato dall'esperienza del torneo continentale, l'assetto tattico del Crotone con i reparti molto stretti non è l'ideale per il suo calcio, ma riesce comunque a fornire una performance di qualità, con un rigore procurato e l'assist per il 2-0 di Edin Dzeko.

Nonostante l'evidente divario tecnico tra le due squadre, da elogiare ancora una volta l'ottimo atteggiamento della fase difensiva capitolina, con Federico Fazio a svettare su tutti. Quella dell'argentino è una prestazione praticamente perfetta, come testimoniano i numeri: ha vinto 8 duelli aerei su 8, 100% di anticipi riusciti e contrasti vinti. Un muro invalicabile.

Al netto di una partita, come già ampiamente spiegato, senza particolari acuti, era lecito però aspettarsi di più da due elementi su tutti: Bruno Peres e Leandro Paredes. Il brasiliano ancora è il fratello alla lontana dell'ottimo fluidificante ammirato nel corso degli anni a Torino, mentre Paredes nonostante l'ottima palla in occasione della rete del raddoppio, è apparso insicuro, con poca personalità e poco deciso sui contrasti. I mezzi tecnici di entrambi non sono assolutamente in discussione, ma le aspettative sono ben altre.

E' iniziato proprio ieri un mese che si preannuncia durissimo per la Roma, che sarà impegnata su tutti i fronti: Serie A, Coppa Italia ed Europa League. Al fine di questo ciclo, si saprà realmente su cosa la squadra giallorossa potrà puntare e quindi quali obiettivi perseguire con determinazione. Testa al Villarreal che da inizio 2017 non sta attraversando un buon periodo, ma che rappresenta sicuramente un buon collettivo ed una difficile montagna da scalare per continuare il nostro cammino in Europa. Con forza e con decisione prendiamoci la qualificazione. FORZA ROMA.

PS: per tutti coloro che dopo il rigore si sono affrettati a criticare sui Social Edin Dzeko, vorrei far notare che ha chiuso la partita con il gol del 2-0, ha siglato la rete numero 18 in serie A e 25 in stagione. Ripassate la prossima domenica. GO EDIN.

Alessandro Tagliaboschi

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata