Mercato

Il punto sul calciomercato – Settimana 0

di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
290
10:00
655
Leonardo Spinazzola è finalmente arrivato grazie alla trattativa con la Juventus, nella quale è stato inserito come “contropartita” per Luca Pellegrini e porta a Roma un poco d'aria fresca e ricambio (generazionale e non) sulla fascia sinistra. Aleksandar Kolarov è più vicino a rimanere nella Capitale, ma di certo il serbo non può essere in grado di giocare circa cinquanta partite in stagione da titolare fisso. Spinazzola può inoltre essere schierato come esterno di centrocampo e di certo questa può essere un'altra opportunità per vederlo all'opera, spetterà a mister Fonseca la scelta, intanto ci accontentiamo del sorriso di Leonardo e dalla sua voglia di fare e mettersi in gioco mostrata all'arrivo e dopo le visite mediche.

Come già citato, a dire ciao alla maglia giallorossa è invece Luca Pellegrini. Il giovane ventenne, già messosi in mostra nella stagione in prestito al Cagliari, è di certo uno dei prospetti italiani più interessanti dei prossimi anni, ma la Roma (costretta anche da stringenti regole di fair play finanziario e obbligata a fare plusvalenza) ha preferito sacrificarlo in cambio di un giocatore più maturo.

Sull'asse Roma-Torino rimangono altre discussioni riguardanti il portiere Mattia Perin. Si potrebbe arrivare ad un accordo intorno ai 10 milioni, ma attenzione perchè i bianconeri vorrebbero inserirlo in un'eventuale trattativa per cercare di strappare anche Nicolò Zaniolo alla squadra capitolina.

A rientrare in questo eventuale affare, sembrava esserci anche il “Pipita” Gonzalo Higuain, il quale dopo un periodo non proprio brillante tra Milan e Chelsea, sembrava una forte pedina di scambio, alla quale la Roma sarebbe stata anche interessata, vista la quasi certa partenza di Edin Dzeko. A cancellare definitivamente le voci, però, sono state le parole del fratello (e procuratore) del numero 9 argentino, Nicola, che su Twitter ha annunciato come l'attacante in Serie A sia deciso a vestire solo la maglia della Juventus.

Da Torino a Napoli il passo è breve, si perchè la Roma ha anche ufficializzato lo “scambio” Diawara/Manolas con la società di Aurelio De Laurentiis. Si perde così uno degli eroi della leggendaria serata di Champions del 10 aprile 2018 contro il Barcellona. La parte assurda non è però da ricercarsi nella cessione del difensore greco in quanto tale, ma bensì nelle cifre. Manolas aveva infatti una clausola di soli 36 milioni, cifra accessibile ad un gran numero di club e proprio il fatto di averlo ceduto al Napoli aggrava la situazione, in quanto la squadra partenopea andrà così a formare, molto porbabilmente, la più forte coppia difensiva del campionato.

Ad arrivare dall'ombra del Vesuvio è invece Amadou Diawara, centrocampista dalle buoni doti difensive e che sicuramente potrà esprimere il suo valore sotto la guida di Fonseca. Di certo la responsabilità di gestire il pallone davanti alla difesa non è poca, l'ultimo a giocare in quel ruolo è stato Daniele De Rossi (accostato fortemente alla Fiorentina nelle ultime ore), non un giocatore qualunque insomma.

Altri nomi per la difesa rimangono quelli dei portieri: Pau Lopez (Betis) e Alessio Cragno (Cagliari), anche se l'alta valutazione sembra al momento tenere in stand-by le trattative, resterebbe comunque più facile da sbloccare quella con la squadra sarda.

Compagno di squadra dello spagnolo e nome più discusso ultimamente è Marc Bartra. La valutazione del centrale ex Barcellona rimane intorno ai 30 milioni, la Roma deve però trovare un nuovo centrale e la scelta di Petrachi sembra sempre più ricadere su quest ultimo.

In partenza Marcano e Nzonzi (dei quali non si sentirà molto la mancanza), diviene sempre più concreta la pista che porta a Nicolò Barella, sul quale la Roma sembra aver superato l'Inter dopo le parole del presidente del club sardo Giulini: “nel frattempo abbiamo chiuso con la Roma, che ci ha fatto un’offerta ancora più importante e siamo soddisfatti. Quindi a questo punto, dato che è una cosa recente, credo sia legittimo che Niccolò si prenda un paio di giorni per decidere bene il suo futuro”. L'ultima parola spetta dunque al giovane centrocampista, giocatore di valore e tra i migliori italiani u23.

Salutato anche Gerson, venduto alla Dinamo Mosca, rimane in sospeso la questione Schick, il ceco sarà messo alla prova da Fonseca, ma attenzione ancora alle sirene tedesche.

Rimangono aperte, invece, le piste per Mancini (Atalanta) e Praet (Sampdoria), con la Roma pronta a giocarsi nel caso anche le carte Riccardi e Frattesi.

Il ds Petrachi potrebbe però anche cercare di avvicinarsi ad alcuni giocatori in scadenza di notevole interesse: Alderweireld, centrale del Tottenham; Nacho del Real Madrid; ma soprattutto Dries Mertens, punta del Napoli. Di certo una trattativa molto difficile, ma la Roma ha fortemente mostrato interesse per il belga nell'ultimo mese.

È solo il primo giorno (ufficiale) di calciomercato, ma con la novità dell'ingresso diretto ai gironi di Europa League, la società giallorossa può sicuramente pensare di sistemare in maniera più adeguata la propria rosa in quella che si prospetta come una lunga e calda sessione estiva.


Giovanni Acone



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata