L'argomento

I 5 PEGGIORI PORTIERI dal 2000 ad oggi (con video)

Dopo i migliori, vediamo quali sono stati i peggiori giocatori che hanno vestito la maglia giallorossa. Partiamo dai portieri. (di Emanuele Grilli)
Redazione de Il Legionario
inserita 4 mesi fa
3996
10:00
161212
GOICOECHEA: Ed eccolo, il fenomeno dall'Uruguay, il portiere preso dalla Roma solo perchè bravo con i piedi. Peccato che nel calcio serva anche parare, e in questo Goicoechea peccava e di brutto. Emblema della sua esperienza in giallorosso, l'autogol clamoroso in casa contro il Cagliari che condanna definitivamente Zeman e lo stesso portiere uruguaiano, che non sarà più titolare fino alla fine della stagione. Quando si pensa al flop della nuova Roma zemaniana, il primo giocatore che si pensa è senza dubbio lui.





STEKELENBURG: E' uno dei colpi più folcloristici della prima Roma americana, il portierone olandese che solo un anno prima era riuscito a giocarsi la finale mondiale contro la Spagna. A Roma però si rivelerà un vero e proprio citofono, colpa anche della mancanza di comunicazione con il proprio reparto, vista l'assoluta incapacità per l'olandese di parlare italiano. Dopo una stagione negativa viene relegato in panchina per un fenomeno venuto dall'Uruguay ma a febbraio, dopo aver saltato il trasferimento in aeroporto, riprende il posto da titolare fino alla fine della stagione. I risultati però continueranno a non essere sufficienti, e il giocatore verrà ceduto definitivamente al Fulham. Uno dei flop più clamorosi degli ultimi anni giallorossi.

CURCI: Viene promosso in prima squadra nella sfortunata stagione 2004/05 a soli 20 anni, e viene inizialmente considerato come una giovane promessa giallorossa. Dopo alcune prestazioni discrete il giocatore però perde il posto per il brasiliano Doni e non lo riprenderà più, iniziando presto la sua brutta parabola discendente. Rimane di proprietà della Roma fino al 2012 ma fino a quell'anno si gira in prestito Siena e Sampdoria, retrocedendo con entrambe. Dopo la Roma passa al Bologna, retrocede anche con i rossoblu e infine viene ceduto definitivamente al Mainz in terra tedesca.

ARTUR: Arriva a Roma attraverso un doppio affare che vede Galloppa e Curci al Siena in cambio di Loria e appunto di Artur. La sua esperienza a Roma però è disastrosa sotto tutti i punti di vista. Non ha mai dato sicurezza al reparto, ogni parata era un brivido ed era sempre in palese difficoltà contro qualunque avversario. Dopo due stagioni se ne va all'estero e col Braga arriva addirittura in finale di Europa League, per poi essere ceduto ai portoghesi del Benfica.

DIMITRIOS ELEFTHEROPOULOS:
Inizia la sua avventura in Italia al Messina, dopo ben sette campionati vinti in terra greca. Dopo un anno passa alla Roma per dare esperienza al reparto ma non vedrà quasi mai il campo, rimanendo più spesso in tribuna che in panchina. Il tutto con grande felicità dei telecronisti, che non erano quindi costretti a pronunciare il suo nome prima della partita.

Emanuele Grilli


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata