Analisi tattica dei gol

Hellas Verona VS Roma 1-3 - Analisi dei gol

La Roma torna da Verona con altri tre punti e un quarto posto in attesa del derby di domenica. Di Matteo Bianchetti
Redazione de Il Legionario
inserita 3 mesi fa
167
3:00
1288
• 1 – 0 gol di Dawidowicz

 


Grande prova di pazienza dei giallorossi, con un uomo in più per un’ora di gioco.
Ad andare in vantaggio è però l’Hellas Verona, con un gol fortunoso di Dawidowicz.
Calcio d’angolo dalla sinistra, schema che sorprende la retroguardia della Roma e che libera Faraoni al limite dell’area, conclusione verso la porta e Dawidowicz, nel marasma totale, devia il pallone e beffa Rui Patricio.
Ancora una volta la Roma è troppo lenta in uscita sullo scarico al limite dell’area, infatti Faraoni ha troppo spazio per calciare. Bravo e fortunato Dawidowicz a trovarsi nel posto giusto e al momento giusto per deviare il pallone in rete. Henry è in posizione di fuorigioco e nel cono di vista del portiere, ma il VAR giudica il gol regolare. Dubbi.


• 1 – 1 gol di Zaniolo

 
 

Allo scadere della prima frazione di gioco Zaniolo trova il pareggio, tornando al gol dopo la finale di Tirana.
Camara porta il pressing alto e ruba palla a Tameze nella propria trequarti campo, crea la superiorità numerica e punta la difesa, arrivato in area allarga per Abraham che calcia verso la porta e colpisce il palo, sulla ribattuta arriva Zaniolo che a porta vuota non sbaglia e fa 1 a 1.
Bravissimo Camara, che ha corso dietro a tutti per tutta la partita e che con il suo pressing alto ha recuperato molti palloni. Questo lavoro lo svolgevano molto bene Veretout e Mkhitaryan, ed è mancato spesso in queste prime 15 partite. Infatti, per questo motivo, era stato acquistato Wijnaldum ma l’infortunio ha cambiato i piani, Matic e Cristante non sono adatti al pressing alto e così la Roma ha dovuto spesso abbassarsi per non dover rincorrere ogni volta. Utilissimo perciò l’inserimento di Camara, e in futuro sarà utilissimo anche Bove, specialisti in questo tipo di gioco.
Bravo e fortunato Zaniolo a farsi trovare nel posto giusto, al momento giusto.


• 1 – 2 gol di Volpato

 
 

Negli ultimi minuti la Roma trova il gol del sorpasso con una gran giocata di Matic e la conclusione a rete di Volpato.
È l’88’ minuto, Matic è defilato sulla sinistra, El Shaarawy con un movimento si porta via un uomo e lascia spazio al compagno che punta l’avversario, arriva in area, sul fondo, lo salta con un cambio di direzione e appoggia il pallone preciso, al limite, sul mancino di Volpato. Il giovane attaccante classe 2003 colpisce di piatto e manda il pallone sul secondo palo dove Montipò non può arrivare. 1 a 2.
Splendido il lavoro di Matic e intelligente il movimento di El Shaarawy. Volpato sfrutta una grande occasione e di nuovo mette a segno un gol contro il Verona. Sperando sia il primo di una lunga serie.
Tutti e tre i giocatori citati sono i cambi azzeccatissimi di Mourinho. Da sottolineare.


• 1 – 3 gol di El Shaarawy

 
 

Al 91’ El Shaarawy chiude il match con il suo cinquantesimo gol in maglia giallorossa.
Giro palla della Roma in zona arretrata, con pazienza i giocatori si muovono insieme alla palla, Ibanez va in verticale per El Shaarawy, a metà campo. Il Faraone è intelligente, con una grande visione di gioco manda Volpato fra le linee sulla trequarti campo.
Volpato punta la difesa avversaria, arriva al limite dell’area e vede ancora una volta l’inserimento di El Shaarawy, lo serve, Shomurodov sul filo del fuorigioco si ferma e lascia la palla al compagno che con un pallonetto di grande tecnica salta Montipò e con il piattone manda il pallone in rete. 1 a 3.
Gol davvero speciale di El Shaarawy, in grande condizione fisica e mentale, con 30 anni sulle spalle e una maturità calcistica da gran campione.
Gol e assist per Volpato che può tornare molto utile nelle rotazioni in questa lunga stagione.


Matteo Bianchetti





Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata