Approfondimenti

Grazie Daniè

di Andrea Monaco
Redazione de Il Legionario
inserita un anno fa
575
5:00
293131
Domenica non sarà facile. Dopo una stagione così amara, il tuo addio non ci voleva. Non me lo aspettavo, perché privarsi di un giocatore come te è da pazzi. Dopo Roma-Parma, un pezzo di cuore di ogni tifoso romanista se ne andrà con te, perché tu sei una cosa troppo grande da spiegare in poche righe. Sei semplicemente ciò che ogni tifoso romanista vorrebbe essere se avesse il tuo talento. Grinta, sudore, attaccamento alla maglia. La vena, quella vena Danie'! Quanto m'hai gasato, mi gasi e gaserai ancora. Le scivolate, le esultanze scomposte, il tuo coraggio nel metterti tutti contro pur di difendere un compagno. Tu sei il romanismo.

Il goal all'Inter, quello al Barcelona, l'esultanza sotto alla Nord. Sicuramente, me ne sono scordati tanti altri di episodi. Ne hai fatte di cazzate eh, dal pugno a Mauri allo schiaffo a Lapadula, ma ho continuato ad amarti ancor più di prima. Non doveva finire così. Diciotto anni non possono essere buttati al vento con una telefonata a fine stagione e un misero incontro in cui ti viene detto che non ti avrebbero rinnovato il contratto. Hai unito tutti, anche quelli che ti chiamavano "Capitan Ceres" e dicevano che eri finito, perché evidentemente hanno capito che di De Rossi ce n'è uno e non nascerà più uno come te.

Uno Scudetto non supererà mai questa favola bellissima che noi Romanisti abbiamo avuto la fortuna di vivere e chi non c'ha sta malattia non può capire. È finita, purtroppo, ma un giorno ci ritroveremo e lì si che ci divertiremo.
Grazie Danie', ti voglio bene.


Andrea Monaco



Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata