La settimana giallorossa
APPROFONDIMENTI

Genoa-Roma e il diritto di continuare a crederci: ecco la settimana giallorossa

di Marco Paluzzi
Redazione de Il Legionario
inserita 16 giorni fa
175
7:00
822
Dopo la vittoria per 3 a 0 contro il Cagliari, la Roma di Claudio Ranieri giocherà in quel di Genova, campo da sempre ostico, visti i vari scivoloni di molte squadre tra cui la Juventus di Massimiliano Allegri. Il mister giallorosso, in conferenza stampa, ha più volte predicato calma e concentrazione ai suoi giocatori, ribadendo che quello di Genoa è un crocevia importantissimo per la stagione della Roma, a tre giornate dalla fine del campionato. Diventa ancora più cruciale visto che le due inseguitrici, Lazio e Atalanta, giocheranno contro all’Olimpico e, per volontà della matematica, almeno una delle due potrà perdere punti. Andiamo a vedere nel dettaglio come è stata questa settimana giallorossa.


Kluivert recupera, Pastore scalpita, out De Rossi: quelli che saremo contro il Genoa

Non è un mistero che il classe 99, Justin Kluivert, piaccia molto a Claudio Ranieri. Finché sarà lui l’allenatore della Roma è probabile che il talentino olandese potremmo vederlo sempre più spesso in campo e, considerando le sue ultime prestazioni, non si fa molta fatica a comprendere le scelte dell’allenatore trasteverino. Questa settimana però, Kluivert ha avuto un problema alla caviglia ed ha svolto molto lavoro personalizzato a Trigoria. Nonostante questo il giovane olandese sarà della partita anche se non è sicura una sua presenza dal primo minuto.
Discorso inverso per Zaniolo. La rilevazione giallorossa, che fa gola a molti club europei, dovrebbe essere titolare dal primo minuto contro il Genoa. Da lui Ranieri si aspetta quelli strappi che possono impensierire la difesa rosso blu.
Ad accompagnare la punta Edin Dzeko, insieme a Zaniolo dovrebbero esserci Stephan El Sharaawy, grande ex della partita, e Javier Pastore. Proprio sull’argentino, nelle ultime settimane, Claudio Ranieri ha riposto molta fiducia dandogli le chiavi della tre quarti di campo. I suoi assist e la sua visione di gioco potranno essere determinanti per questo finale di campionato. Per ora il campo gli sta dando ragione vista anche la buona prestazione, condita anche da un goal, contro il Cagliari.
Non sarà invece del match Daniele De Rossi. Il capitano è ancora fermo ai box ma ce la sta mettendo tutta per poter dare una mano alla squadra, cosa che ha sempre fatto da quando ha iniziato a giocare con la casacca giallorossa. A centrocampo quindi, spazio a Pellegrini e Nzonzi che sarà insidiato da un Cristante desideroso di tornare tra gli undici titolari.
Difesa confermatissima; Florenzi sarà titolare sulla fascia destra, al centro previsto l’impiego dei giganti Manolas e Fazio, mentre sulla catena di sinistra spazio allo stacanovista Alexander Kolarov. In porta l’esperienza di Antonio Mirante.


Conte prende tempo, e Mourinho?

Da qui ad agosto ne sentiremo di tutti i colori. Sono tanti i nomi che circolano per la panchina della Roma. Dalla Francia, fanno sapere che Pallotta avrebbe proposto un contratto di tre anni a Josè Mourinho. L’allenatore portoghese, ex Inter, potrebbe essere affascinato dal progetto giallorosso anche se si dovrà mettere mano al portafoglio.
Da Trigoria arrivano le smentite. L’obiettivo per il prossimo anno sembra essere solo uno: Antonio Conte. Con la benedizione di Claudio Ranieri ( quel “lo vado a prendere all’aeroporto” ha mostrato ancor di più l’amore verso lo stemma giallorosso) la società sta da tempo corteggiando l’allenatore leccese e le prossime ore potrebbero essere decisive.

Marco Paluzzi



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata