Triplice fischio

Fiorentina Roma 1-4 La grande bellezza

Prestazione sontuosa della Roma al Franchi, il quarto posto è confermato e, con una squadra così, sognare non è vietato. Adesso godiamoci le vacanze e che l’anno nuovo ci porti tante soddisfazioni giallorosse.
Redazione de Il Legionario
inserita 11 mesi fa
606
0:00
211919
La Roma ritrova il suo muro difensivo con Mancini e Smalling recuperati, confermati Kolarov e Florenzi sulle fasce. A cetrocampo Diawara con Veretout e Pellegrini a supporto del reparto offensivo dove il Monito Perotti si è ripreso il posto grazie alle ultime buonissime prestazioni, Zaniolo e Dzeko insostituibili.

Nei primi 15 minuti è la Fiorentina a provarci con maggiore intensità. I viola vanno vicino al gol al 12’ con Vlahovic che viene anticipato di un soffio dal sempre reattivo Pau Lopez, sulla ribattuta il pallone arriva a Boateng che da posizione defilata calcia potente, ma il portiere giallorosso è attento e ben posizionato.
Al 19’ ecco che si accende Pellegrini, il talento giallorosso si libera degli avversari con una giravolta e scucchiaia un preciso pallone per Zaniolo che si allunga in sforbiciata per servire Dzeko solo al centro dell’area, pronto ad insaccare il gol del vantaggio giallorosso. Passano due minuti e la Roma raddoppia con la solita meravigliosa punizione di Kolarov.
La Fiorentina non ci sta e si sveglia al 34’ mentre la difesa della Roma incredibilmente si addormenta e, complice una deviazione fortunosa, lascia Badelj tutto solo a trafiggere un incolpevole Pau Lopez.
I giallorossi rispondono subito con un gran lancio di Florenzi per Perotti che in area viene stoppato proprio al momento del tiro da un grande intervento di Lirola.
Il primo tempo si conclude con un tiro di Florenzi dalla distanza che finisce alto.

La seconda frazione di gioco è meno spettacolare, complici i tanti falli che spezzettano il gioco. Il match è molto sentito e combattuto da entrambe le squadre che non si risparmiano in quanto a giocate e fisicità. Buone le trame di gioco giallorosse che però non trovano l’ultimo passaggio per fare ancora male alla viola, fino a quando non si riaccende Pellegrini. Al 73’ il faro giallorosso scambia con Dzeko e si posiziona al limite dell’area, il bosniaco gli restituisce palla e fa bene perchè Pellegrini calcia di precisione all’angolino di Dragowski che si vede battuto per la terza volta. Per la Fiorentina è il colpo di grazia, i viola si spengono, non credendo più nella rimonta.
Fonseca inserisce Mkhitaryan e Under per Perotti e un acciaccato Pellegrini.
A due minuti dal novantesimo arriva anche il poker di Zaniolo che nonostante il campo pesante e i crampi, ne ha ancora per cavalcare lungo la fascia e trafiggere il portiere viola con un preciso diagonale.

Prestazione sontuosa della Roma al Franchi, il quarto posto è confermato e, con una squadra così, sognare non è vietato. Adesso godiamoci le vacanze e che l’anno nuovo ci porti tante soddisfazioni giallorosse.





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata