In & Out

Empoli Roma 2-4 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 8 mesi fa
190
3:00
272222
Servono venti minuti del primo tempo alla Roma per assicurarsi i tre punti in casa dell’Empoli. I giallorossi partono con il gol di Abraham e poi staccano nettamente gli avversari con altre tre reti a distanza ravvicinata. Nella ripresa arriva il solito calo che permette ai padroni di casa di segnare due gol che ci mettono un po’ in apprensione, ma comunque non portano a nessun cambiamento che incida sull’esito. Maitland-Niles, sembrato non al top, e il subentrato Afena-Gyan potevano certamente fare qualcosina in più. La vittoria ci permette di guadagnare due punti sia sulle dirette inseguitrici e sulla Juventus davanti a noi.


IN

Tammy Abraham

Un vero rapace d’area, si getta su due palloni vaganti e li trasforma entrambi in marcature. Mourinho gli aveva chiesto di migliorarsi ancora e lui ripaga con questa doppietta. Solito lavoro anche in fase di costruzione, non riesce a farsi vedere molto nel secondo tempo, conseguentemente anche al calo della squadra. Quota 17 in campionato ed è a Roma da solo sei mesi.

Nicolò Zaniolo
Vincere aiuta a vincere e segnare aiuta a segnare, quello che speriamo tutti noi. Nicolò torna finalmente sul tabellino dei marcatori anche in campionato, centrando al terzo tentativo la rete e liberandosi del peso di non essere riuscito a concretizzare in queste settimane, seppur sia stato autore di ottime prestazioni. Determinanti anche le sue accelerazioni con le quali taglia la difesa in maniera decisiva. Subisce ancora una volta il trattamento di sfavore degli arbitri e non si vede assegnare l’ennesimo rigore. Nicolò strikes again.

Sergio Oliveira
La squadra aveva fortemente accusato l’assenza di Pellegrini, ma dall’arrivo del portoghese le cose sembrano essersi messe su binari migliori. Perfetto in fase di impostazione e anche letale al Castellani. Dal suo destro parte il siluro intercettato e spedito in porta da Abraham e dallo stesso anche il tocco che inganna Vicario. Dalla ripresa tornerà il capitano e già contro il Genoa potremo, finalmente, vedere il centrocampo al completo. Tutt’altra cosa rispetto allo spento Veretout delle scorse settimane.


OUT

Il calo della ripresa

Dopo un primo tempo di fuochi d’artificio ci si poteva aspettare un qualcosa di più nella ripresa, quantomeno un mantenimento del risultato. La Roma però in campo entra tardi, subendo due reti evitabilissime e calando dal punto di vista mentale. Di certo non è stato come con la Juventus, ma si deve congelare il match. Qualche copertura troppo blanda e pochi sprazzi offensivi riportano sotto i toscani che però si fermano solo a quota due. Questi blackout sono qualcosa di abituale da troppo tempo, aspetto su cui anche Mourinho dovrà lavorare ancora tanto.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

inserita 5 giorni fa

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata