News
NEWS

Conferenza Ranieri pre Roma Juve (video integrale)

Le parole del mister in vista della partitissima di domenica sera.
Redazione de Il Legionario
inserita 11 giorni fa
94
10:00
522
Le parole di Ranieri in conferenza stampa pre Roma Juve


Come si batte la Juve?
Dobbiamo essere concentrati e determinati. Dobbiamo far vedere ai nostri tifosi la reazione. Non dobbiamo avere nessun ammarico e giocarci al massimo queste tre partite.

I tifosi di tutte le squadre sono scontenti, come se lo spiega?
Tutti vogliono vincere, ma vince solo una squadra. Complimenti alla Juve.

Come vede Dzeko in questa stagione difficile?
Edin è forte, molto determinato. Si allena sempre bene. Ci sono annate dove non si riesce a fare gol. Ma lui anche se non fa gol, fa un gioco importante per i compagni.

Quattro inglesi nelle finali delle coppe europee, se lo aspettava?
Un pò mi ha sorpreso perché le squadre inglesi non hanno un break invernale per far recuperare i giocatori. Evidentemente gli allenatori hanno cambiato qualcosa e c'è stato anche quel quid del calcio che ha determinato tutto ciò.

Zaniolo da esterno non ha fatto benissimo. Pensa di cambiare qualcosa?
Lui è una mezzala a tutto campo, ha delle caratteristiche importanti e può essere adattato anche in quel ruolo. Non tutte le partite può stare al 100% ma negli ultimi allenamenti lo vedo in netta ripresa. Vedremo, deciderò sempre per il meglio della squadra.

Abbiamo visto poco Under, in cosa deve crescere?
Vede la porta come nessuno, l'infortunio lo ha penalizzato. Nel 4231 deve rientrare, lui non è un recuperatore di palloni, ma deve coprire quella zona. Deve migliorare questo aspetto.





Si parla tanto dell'allenatore per l'anno prossimo, poi si parla dello stadio... Facendo così secondo lei non si perde di vista il campionato in corso? La partita di Genova si può spiegare così?
Non so se sia una spiegazione. Dovevamo essere più concentrati e non subire quel gol su calcio piazzato. Spero che il punto che abbiamo guadagnato alla fine ci possa essere utile. Dobbiamo stare concentrati nel nostro lavoro. Fuori posso parlare di tutto.

Esclude in maniera categorica di rimanere alla Roma? Conte ha detto che non ci sono le condizioni, lei si sente di promuovere la Roma? Ci sono le condizioni per un progetto vincente qui a Roma?
Io quando ho firmato sapevo che era un momento di bisogno. Finisce il campionato finisce il mio lavoro. È normale che mi sento di promuovere la mia squadra del cuore.

Rispetto al modello Juve manca molto?
La Juve è un grossissimo punto di riferimento. Per la Roma è fondamentale uno stadio di proprietà, così potrà cominciare la corsa alla Juventus, senza lo stadio avrà difficoltà.

Cosa ne pensa del carattere di questa squadra? La cattiveria dipende solo dal carattere e da ciò che trasmette l’allenatore o dipende anche da chi sta intorno, ovvero dai dirigenti, come successe nell’anno che sfiorò lo scudetto e c’era Montali che diede un grande contributo in questo senso?
Le caratteristiche della squadra e la determinazione dipendono dal carattere dei giocatori. Se i giocatori hanno carattere all’allenatore basta poco per tirar fuori il meglio. Il bello è quando si riesce a costruire una squadra a somiglianza dell'allenatore. Il Liverpool ne è l'esempio, con i giocatori che sposano la filosofia dell'allenatore. La lacuna che c’era al Liverpool, ovvero gli alti e bassi, è stata colmata grazie a questo. C’è una grossa unione tra società, giocatori e allenatore.

Come ha visto Patore dopo l’esclusione a Genova? Potrà partire titolare domenica?
L'ho visto bene, non ha accusato il colpo dell'esclusione. Ha capito che non è stata mancanza di fiducia, ci sono possibilità che giochi.

Come stanno Santon e Karsdorp. E’ possibile vedere Florenzi esterno alto?
Si sono allenati e stanno bene, anche se non hanno i 90 minuti nelle gambe.
Florenzi e un jolly.




Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata