Approfondimenti
APPROFONDIMENTI

Chi per il dopo Ranieri?

di Roberta Lanzolla
Redazione de Il Legionario
inserita 16 giorni fa
685
7:00
300
Ribaltone in casa Roma. Come ampiamente anticipato, in caso di sconfitta contro il Porto Di Francesco sarebbe stato accompagnato alla porta. L'allenatore abruzzese di certo non paga per la sconfitta in Portogallo, ma per una serie di brutte figure rimediate in campionato.

L'esonero era nell'aria: dalla pesante sconfitta di Bologna DiFra era in costante discussione. Gli unici a difenderlo Totti e Monchi (che a breve annuncerà la rescissione consensuale del suo contratto con l'AS Roma per accasarsi all'Arsenal).

La Roma riparte da Ranieri: romano e romanista, aggiustatore per antonomasia, l'unico ad avere accettato un progetto a brevissimo termine (contratto di soli tre mesi), con la promessa di un ruolo in società da giugno.

La Roma americana, dunque, si conferma specialista in ritorni: dopo Zeman e Spalletti tocca a Ranieri, uno dei pochi a sfiorare concretamente lo scudetto con i giallorossi, il cui compito oggi e' quello di centrare un quarto posto, vitale per le ambizioni societarie.

Ma chi dopo di lui? I nomi forti sono due: Sarri in forza al Chelsea (ad un passo dall'esonero qualche giorno fa, il tecnico toscano ora sembra tornato in sella. Il Chelsea dovrebbe esonerarlo altrimenti non se ne farà nulla) e Giampiero Gasperini che, dopo aver condotto magistralmente l'Atalanta ad alti livelli, cerca una seconda chance in una grande dopo il fallimento con l'Inter.

Non solo l'allenatore: è caccia anche al direttore sportivo. Si fanno i nomi di Osti e di Sabatini, ed anche questa, vista la passione di Pallotta per i ritorni romantici, non sembra una novità...


Roberta Lanzolla



Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata