Calcio e onomanzia

Calcio e Onomanzia: Roma Genoa

Una rubrica di Franco Costantini
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
1056
10:00
777
L’onomante indaga il Fato,
e dirà qualcosa in più
sul finâl di Campionato:
Giallorossi - Rossoblù…



Avevamo pronosticato: contro il Chievo, «El Shaarawy potrebbe essere il match-winner» (in ragione di questo anagramma del suo nome completo translitterato: «Stephan Careem El Shaaravi = armata clivense? ahah, perse!»). Beh, il Faraone - autore di una doppietta - è stato sicuramente tra i migliori in campo.
Passiamo ora all’ultima giornata di campionato: con ogni probabilità, quella con il Genoa sarà anche l’ultima gara di Totti. E dunque voglio cominciare con un omaggio al Capitano, citando ancora una volta uno splendido anagramma di Mister Aster, che sottolinea come il Nostro sia “il poeta del calcio”, capace di donare grandi emozioni:
Francesco Totti = strofe toccanti…

A parte Totti, abbiamo individuato 11 giocatori “onomanticamente caldi”: 8 “grifoni” e 3 “lupi”.


Roma - Genoa

1. Laxalt ha un anagramma ambiguo, e per certi versi contraddittorio: nella premessa, sembra che il suo destino sia quello di soccombere alla “Legge della Capitale” (espressa qui con la formula latina “Urbis Lex”); ma, nella conclusione, il Fato Onomantico lo indica come autore di una rete (e cosa significa quel “si alza”?; che partirà dalla panchina?; oppure che segnerà di testa, in elevazione?). Eccolo…
Diego Sebastián Laxalt Suárez = adotta “Urbis Lex”: si alza e segna!

2. Il centrocampista Miguel Veloso potrebbe darci fastidio. Sarà opportuno controllarlo con la massima attenzione (il concetto è qui reso col congiuntivo esortativo del verbo “vegliare”):
Miguel Luis Pinto Veloso = molesto sui Lupi… Véglino!

3. Simeone è un attaccante forte e temibile. Non ha anagrammi specifici che riguardino il match con la Roma, ma l’onomanzia rende onore alla sua imprevedibilità:
Giovanni Pablo Simeone Baldini = va benino: dona i gol impensabili!

4. Morosini dovrebbe sedere in panchina; ma, se entrasse in campo, bisognerebbe marcarlo con la massima attenzione:
Leonardo Morosini = «lì oso: Roma non ride…»

5. Luca Rigoni non ha onomanzie che riguardino la Roma, ma un suo anagramma sottolinea come il Genoa fosse nel suo destino:
Luca Rigoni = con Liguria…

6. Il difensore Izzo, all’andata, fece un clamoroso autogol; fu la rete decisiva, che consentì alla Roma di espugnare il “Ferraris” (0-1):
Armando Izzo = “nozza” di Roma…
(Ricordiamo che “nozza”, al singolare, è un dolcetto tipico di Calcinaia: in effetti, l’autorete di Izzo fu per i giallorossi un “dolce” regalo…).

7. Pinilla partirà dalla panchina, ma la punta cilena è sempre pericolosa:
Mauricio Ricardo Pinilla Ferrera = ferir una piccola Roma? l’irriderai…

8. Non ci spaventa invece Ntcham, giovane centrocampista rossoblù in prestito dal Manchester City. L’anagramma del suo nome completo (con la “j” di Jules translitterata in “i”) sembra indicare che… all’Olimpico non si passa!
Iules Olivier Ntcham = tu lì? Lì, Roma che vinse…

9. Gli anagrammi di Rudiger suggeriscono che l’avversario sarà più ostico di quello che lascerebbe pensare un’analisi delle motivazioni (il Genoa è salvo, e dunque non è costretto a fare punti). Prevedono infatti un Genoa determinato, nonché pungenti (“irti”) attriti agonistici; quasi come in un match di pugilato (“round”):
Antonio Rudiger = Genoa rindurito… = Genoa? irti round… = genoân? tu or ridi!

10. Juan Jesus ha un anagramma “forzato”, ma positivo: potrebbe essere il “deus ex machina” (“nume”) della partita (il nome completo del nostro difensore presenta qui le consuete translitterazioni)…
Iuan Guilherme Nunes Iesus = Liguri? Su essi “ne ha”… È un nume!

11. Nel finale della gara col Genoa - qualora il risultato fosse ormai ampiamente acquisito - potrebbe trovare spazio chi ha giocato poco (e male, aggiungo). Mi riferisco a Gerson, onomanticamente predestinato a fornire assist vincenti contro i “grifoni” (qui “contro” sarà reso con “Vs”, abbreviazione di VERSUS):
Gerson Santos da Silva = assist? darlo Vs genoân!


Conclusioni dell’onomante: gli anagrammi suggeriscono un sostanziale equilibrio, ma la differenza di tasso tecnico (e di motivazioni) dice che sarà la Roma a vincere.


Franco Costantini


Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata