In & Out

Ajax Roma 1-2 - In & Out

a cura di Giovanni Acone
Redazione de Il Legionario
inserita 2 mesi fa
191
4:00
633
La Lupa soffre ma esce vittoriosa dalla Johann Cruyff Arena di Amsterdam. I giallorossi accettano il pressing offensivo dei lancieri e cercano di sferrare colpi in contropiede. Una partita che sembra abbastanza chiara sin dai primi minuti, con Spinazzola che crea il panico sulla fascia sinistra e sparisce spesso dai radar della difesa in velocità. La tegola arriva però a metà del primo tempo: proprio il terzino, sull’ennesima sgroppata lungo la linea di bordo campo, sente tirare il flessore ed è costretto a fermarsi. Leonardo mostra bandiera bianca, al suo posto Calafiori. La Roma sembra perdersi, si ripropongono gli spettri delle partite scorse: Diawara e Mancini combinano per un film horror che si concretizza col gol del vantaggio di Klaassen. Al ritorno dal break le idee appaiono ancora più offuscate, Pau Lopez pasticcia coi piedi e Ibanez regala un rigore che può sancire la fine, è qui che cambia tutto: Lopez respinge Tadic, la Roma si riprende e pareggia con Pellegrini su punizione. Il finale è sudore e sofferenza per gli attacchi dei padroni di casa, poi su calcio d’angolo proprio Ibanez sentenzia con stop e tiro al volo da bomber vero.
Al ritorno sarà dura, durissima, ma per stasera la Roma si gode il successo.


IN

Roger Ibanez

MVP perché riesce in quello che sfugge alle proprie punte: un gol pesantissimo. Se Tadic avesse segnato, sarebbe stato sicuramente tra i peggiori, ma il sinistro con cui ammazza la partita è da nove in pagella. Costretto ad una partita complicata, con un pressing avversario altissimo, sembra cadere in un ennesimo errore difficile da digerire, ma Pau Lopez decide di concedergli la grazia. Poi testa sotto e gol decisivo. Un gol in trasferta sarebbe stato ottimo, Roger mette il carico da 90 sulla qualificazione.

Pau Lopez
Nei primi dieci minuti si becca già tante critiche per i rinvii sbagliati coi piedi, mai arrivati ai compagni. Dopo lo svantaggio sembra essere l’ennesima partita da bollino nero, poi sale in cattedra sul rigore. Si rinvigorisce ed inizia a prenderle tutte: sui tentativi di tacco e al volo di Antony risponde con puri riflessi, di faccia su Tadic e anticipando ottimamente Brobbey. I guantoni dello spagnolo tengono saldo il risultato e assicurano ai suoi una vittoria soffertissima. Fondamentale.


OUT

Gianluca Mancini

Quando vedi il miglior difensore compiere una serie di errori pesantissimi nell’azione che portano al gol, qualche brivido su come andrà la partita ti viene. Per fortuna oggi il resto del reparto sembra sostenerlo e reggere anche questa sua giornata no. Inspiegabile come decida di non arrivare sul retropassaggio di Diawara e poi, sulla conseguente azione, non chiuda su Klaassen e decida di correre verso una porta ormai sguarnita. Ritorna in sé nel secondo tempo, con più freddezza e decisione, caratteristiche sue.


Giovanni Acone





Acquista il libro "Io, il cancro e la Maggica" di Elena Sorrentino su Amazon e sostieni il progetto!

Seguici su Instagram, presto tante novita' e premi per i nostri follower

Copyright 2016 © By Il Legionario di Elena Sorrentino - Tutti i diritti sono riservati - Vietata la riproduzione non autorizzata